TRATTAMENTI

VISITA

La prima visita è un momento importantissimo per instaurare un rapporto professionale ed umano soddisfacente e duraturo.

In questo appuntamento dobbiamo comprendere i problemi, le aspettative ed anche i timori di chi ci affida la propria salute.

Dopo aver raccolto la storia medica il Paziente viene valutato globalmente e non solo dal punto di vista odontoiatrico.

In questo appuntamento spesso si programmano degli accertamenti per poter diagnosticare con precisione il caso onde fare un programma attento dei tempi e dei costi di terapia.

IGIENE

Al giorno d’oggi sono numerosi i fattori che possono intaccare la nostra igiene orale,una cattiva alimentazione o anche cattive abitudini come nel caso del fumo. Per evitare che tutto questo si abbatta sui nostri denti è fondamentale prendersi cura della loro igiene sin dall’inizio ed a questo proposito è utile tenere in considerazione 2 procedure utili:

La DETARTRASI: una vera e propria pulizia dei denti che viene svolta direttamente nella studio dentistico ,senza l’uso dell’anestesia e permette una corretta pulizia e l’eliminazione del tartaro formatosi nel tempo. Tecnica utile per la prevenzione di gengiviti,causate appunto dall’accumulo del tartaro e dalla prevenzione contro le carie.

CONSERVATIVA

Il restauro dei denti avviene con materiali compositi o ceramici di primissima qualità per garantire il massimo dell’estetica e della durata.

ENDODONZIA

Il trattamento canalare spesso permette il recupero di denti molto compromessi e affetti da cisti e granulomi. Nulla è come il proprio dente e la sua avulsione è sempre una “perdita importante”.

 Le attuali tecniche endodontiche ci permettono di recuperare denti che fino a pochi anni fa andavano estratti

 PROTESI FISSA E MOBILE

Rimpiazzare molari, premolari, canini e incisivi, caduti a causa di malattie delle gengive o per incuria, è indispensabile alla salute della bocca e del nostro organismo in generale, soprattutto quando all'appello mancano molti denti.

Le possibilità offerte dalla disciplina odontoiatrica, chiamata protesi dentaria, sono quattro.

La corona si impiega quando si ha la necessità di rimpiazzare solo la parte esterna di un dente, ma la radice è sana e salda.

Il ponte si usa per sostituire un intero dente appoggiandosi su quelli laterali ed è composto al massimo da tre denti artificiali.

La protesi rimovibile sostituisce dai quattro denti in su, fino all'intera dentatura (la cosiddetta dentiera).

L'impianto sostituisce un solo dente ma, al contrario del ponte, non richiede il sacrificio di denti sani per sostenere quello artificiale.   Si tratta di un intervento chirurgico vero e proprio ed è sconsigliato a diabetici, forti fumatori e malati cardiaci gravi.

La durata di una qualsiasi protesi varia da 8 a 15 anni , secondo il tipo prescelto e la qualità dell'igiene orale del "portatore".

Il nostro studio fornisce qualsiasi tipo di protesi, fissa o mobile, sia su denti naturali che su impianti.

Ogni pianificazione terapeutica viene attentamente individualizzata in base alle esigenze del singolo paziente

ORTODONZIA

Se i denti del vostro bambino non stanno crescendo allineati è utile ricorrere all’ortodonzia che studia le cause ed i rimedi dell’allineamento non regolare dei denti(malocclusioni). Anche se quest’ultime non provocano gravi danni esse possono causare alcune conseguenze negative:

Sulle relazioni sociali,rendendo meno piacevole l’estetica del sorriso.

Sull’igiene orale,rendendola più difficile e aumentando il rischio di carie e gengiviti.

Sulla masticazione favorendo i disturbi dell’articolazione che unisce la mandibola al cranio.

Le malocclusioni possono colpire l’allineamento dei denti oppure anche quello delle ossa mascellari.
Si parla di:

Prima classe scheletrica interessa l’allineamento dei denti

Seconda classe scheletrica,se la mandibola è più corta o è più indietro rispetto alla mascellare.

Terza classe scheletrica ,se la mandibola sporge rispetto al mascellare superiore

In base alla posizione dei denti anteriori (incisivi) si parla ,invece,di:

Morso aperto i denti posteriori entrano in contatto mentre i denti dell’arcata superiore e inferiore non si toccano

Morso profondo,se gli incisivi superiori coprono troppo quelli inferiori ,arrivando a volte a toccare la gengiva.

Morso incrociato,se uno o più denti superiori chiudono all’interno di quelli inferiori e non all’esterno come di norma